Le diversità culturali nella cura dell'anziano

Gli operatori della salute sono piuttosto consapevoli di quanto la malattia e la cura siano influenzate da questioni culturali. Questa consapevolezza, unitamente ai cambiamenti sociali che rendono sempre più culturalmente variegata la nostra società, determina la necessità di comprendere in quali ambiti primariamente la cultura può incidere nel vivere la malattia. Infatti il vissuto di malattia è fortemente influenzato da elementi quali i valori, le credenze, le pratiche, il sostegno percepito/possibile della famiglia, i meccanismi di fronteggiamento delle difficoltà, le rappresentazioni di sé e dei sistemi di cura. Si tratta di elementi fortemente radicati nella persona che, in special modo nell’anziano, non possono essere facilmente modificati. Se l’operatore non ne tiene conto espone l’utente al rischio di non poter aderire alle cure proposte e ciò comporta ingenti perdite in risorse fisiche, mentali e di tempo. La formazione vuole stimolare una riflessione sul tema della rilevanza dei contenuti culturali e aprire ad un possibile approccio più integrativo dei contenuti personali dell’utente nell’ambito della sua presa a carico.

Ritorno alla panoramica
Stato
Posti liberi
Data
03.12.2020
Descrizione

Gli operatori della salute sono piuttosto consapevoli di quanto la malattia e la cura siano influenzate da questioni culturali. Questa consapevolezza, unitamente ai cambiamenti sociali che rendono sempre più culturalmente variegata la nostra società, determina la necessità di comprendere in quali ambiti primariamente la cultura può incidere nel vivere la malattia. Infatti il vissuto di malattia è fortemente influenzato da elementi quali i valori, le credenze, le pratiche, il sostegno percepito/possibile della famiglia, i meccanismi di fronteggiamento delle difficoltà, le rappresentazioni di sé e dei sistemi di cura. Si tratta di elementi fortemente radicati nella persona che, in special modo nell’anziano, non possono essere facilmente modificati. Se l’operatore non ne tiene conto espone l’utente al rischio di non poter aderire alle cure proposte e ciò comporta ingenti perdite in risorse fisiche, mentali e di tempo. La formazione vuole stimolare una riflessione sul tema della rilevanza dei contenuti culturali e aprire ad un possibile approccio più integrativo dei contenuti personali dell’utente nell’ambito della sua presa a carico.

Lingua del corso
Italiano
Costi

CHF 112.-

Dati

Giovedì 3 dicembre 2020

Orari del corso

8.00 - 12.00 / 13.00 - 16.00

Durata

7 ore

Mappa
via Ronchetto 14 6900 Lugano
Posizione del corso

Lugano, Centro Professionale Socio Sanitario, Via Ronchetto 14

Dettagli dell' organizzatore

Croce Rossa Svizzera - Associazione cantonale Ticino 
Settore Corsi 
​Telefono: + 41 (0)91 682 31 31

E-mail dell'organizzatore
Contenuto
  • Cultura quale contesto ove avviene lo sviluppo dell’identità personale
  • Valori, credenze e prassi culturali: possibilità di ri-conoscimento e stereotipi
  • La malattia e i suoi significati nella cultura di ogni anziano.
Obiettivi

Sviluppare competenze relazionali utili all’assistenza di persone anziane provenienti da culture diverse

Materiale didattico

Occorrente per scrivere

Metodo d'insegnamento

Analisi  delle esperienze dei partecipanti, focus teorici, confronto e sintesi.

Destinatari

Assistenti di cura, Addetti alle cure socio-sanitarie, OSS e OSA con diploma italiano, Collaboratori Sanitari CRS, Collaboratrici Familiari CRTI

Formatore

Pierluigia Verga, Pedagogista e Psicologa, Formatrice per adulti.

Certificato

Attestato di partecipazione CRS.

Abbreviazione
CPS-MT

Registrati ora per il corso "Le diversità culturali nella cura dell'anziano" :

Registrazione

Ritorno alla panoramica

Registrazione per Le diversità culturali nella cura dell'anziano

03.12.2020 - 03.12.2020

CHF 112.-

via Ronchetto 14 6900 Lugano
Titolo
Indirizzo di pagamento diverso
terms and conditions